Tu sei qui

Polentoni. Come e perché il Nord è stato tradito

Polentoni. Come e perché il Nord è stato tradito

di (Autore)  

Prezzo € 6,99

Tutti i prezzi includono l'IVA

Acquista e ottieni subito 2 punti

2
Non disponibile

Perché una sacca di sangue costa 3 euro al Sant'Andrea di Vercelli e 12 al Gallicano di Cosenza? E perché la Regione Piemonte dispone di 700 dipendenti e la Sicilia di 6000? Ci sono tante cose che ci fanno arrabbiare: gli sprechi, le inefficienze e ognuna delle mille male-qualcosa che popolano le cronache quotidiane. Una volta si tratta di truffe. Un'altra volta è una partoriente che ci lascia la pelle a causa di un errore o di un disguido. Un'altra ancora sono i treni fermi in mezzo alla campagna per il sistema andato in tilt. Perché tutto questo? La risposta non viene da differenze culturali o caratteriali che, con facile qualunquismo, si potrebbero individuare. La ragione affonda le radici nella storia: proprio quella di 150 anni fa. Se oggi i cittadini si lamentano per l'eccessivo carico fiscale e per le troppe tasse che gravano sul singolo contribuente, diventa inevitabile rammentare che l'andazzo prese il via giusto un secolo e mezzo fa, quando ci si cominciò a inventare imposte con tanta fantasia e nessuna logica. Se adesso tutti parlano di federalismo (e pochi immaginano come farlo) è perché si riconosce implicitamente che sono stati commessi errori imperdonabili che adesso diventa urgente rettificare. Non un'Italia unita e nuova ma un regno sabaudo allargato, che annette, che conquista e che impone le sue regole e le sue misure. Un travisamento degli accordi e del progetto originario, che ha tradito il Nord danneggiando anche il Sud.

Dettagli prodotto

  • Editore 
  • Copertina rigida
  •  9788856619577
  •  22 x 13.7 x 2.2 cm
  •  0.34kg
  •  Italiano (Pubblicato)Italiano (Lingua originale)Italiano (Sconosciuto)
  •  192
  •  15/03/2011
  • Consulta le avvertenze e dettagli relativi a questo prodotto su Amazon.it